Dunque… Prosit (ma senza punto esclamativo)

Dunque Messer Papillon non vuole più saperne (cfr. commento in glossa alla pagina precedente).
Dunque questa volta è stato così chiaro che perfino Musette l’ha capito. (cfr. commento in glossa alla pagina precedente).
Dunque finiscono per noia o disamore o concentrazione questi “vezzi e vaghi discorsi in treno” che tanto piacevano a entrambi, quando hanno iniziato.

Dunque forse è giusto così, perché ogni cosa ha un tempo e una stagione, come direbbe Musette, ed è inutile aspettarsi rose se è tempo di cavolfiori o di crisantemi.

Dunque queste pagine chiudono, almeno nella forma con cui Musette e Papillon (più Papillon che Musette, per essere precisi) all’inizio le avevano pensate.

Dunque Musette continuerà da sola, se continuerà, e dovrà inventarsi un’altra forma, anche se l’epistolario le piace tanto, perché va bene scrivere lettere a qualcuno che le attende e risponde, anzi per essere precisi risponde subitomasubitomasubito  – fase 1 -,
va bene scrivere a qualcuno che le lettere non le attende, e non risponde, ma lo scrivente spera che risponda – fase 2 -,
va bene, anzi già non va tanto bene, ostinarsi a scrivere a qualcuno che non attende e non risponde ma l’altro, che ha smesso di credere che risponda, prova comunque e proprio lo dice, che vorrebbe tanto una risposta, e offre le chiavi, e insiste, – fase 3 -,
va bene tutto, ma non si può proprio continuare a scrivere a qualcuno che ha detto, anzi ha scritto, cartacantascriptamanent,  No. No. No. Non ne voglio sapere. Mi lasci in pace, Musette.

Dunque in queste pagine non ci saranno più lettere. Forse ci sarà qualcos’altro, forse no. Vedremo.
Dunque non ci sarà più neanche Musette, con quel nome così grazioso, che aveva senso finché c’era un Papillon, da qualche parte.

Dunque bisogna resettare, rottamare, riformare, estirpare.

Dunque, va bene così. Prosit (ma senza punto esclamativo)

p.s. per favore niente commenti come dai Musette non te la prendere oppure peccato sentirò la tua mancanza o peggio su su tanto ci sarà un altro Papillon che ti scriva… Un altro Papillon non c’è. E quello che c’è non ne vuole sapere. È chiaro?
p.p.s. Anzi… facciamo proprio niente commenti fino al vestito nuovo? (Oh cielo… sembra che stia scrivendo una lettera…)

(A proposito… P.s. e p.p.s. si possono mettere se questa non è una lettera?)

Annunci

Informazioni su Musette-non-musette

Una donna che viaggia leggendo e che legge viaggiando.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Dunque… Prosit (ma senza punto esclamativo)

  1. Anonimo ha detto:

    Un altro Papillon? Ma, dico, scherziamo? Non qui, perlomeno, e non quel nome, che spetta solo a me. Ma possibile che lei sia sempre così catastrofica, radicale, definitiva e concentrata? Guardi, mi permetto di suggerirle di riflettere sul paradosso… Ecco, l’ascolto.
    Suo per sempre
    Papillon

  2. Anonimo ha detto:

    Prosit… Warum denn auf Deutsch?

    • Musette ha detto:

      Deutsch?capisco male o si chiede “perché in tedesco?” Ma dov’è il tedesco? Comunque, tanto per capirci, prosit era latino, nelle mie intenzioni, che se non mi ricordo male dovrebbe essere un’esclamazione per un brindisi. Ma così mi vengono dei dubbi . prosit è (anche) una parola tedesca? E cosa vuol dire? Eterna eterogenesi dei fini: volevo dire una cosa e ne salta fuori un’altra. Bello.

  3. al ha detto:

    Prosit… Warum denn auf Deutsch? Passo qui per caso, trovo una scrittura deliziosa. Una lucciola rara nell’immenso addome fosforescente del web.

  4. Musette ha detto:

    Grazie, gentile Al . Benvenuto (o benvenuta). È Lei che ha scritto la nota in tedesco? (Non ci capisco più niente: io voglio darmi delle arie(tte) e uso una parola in latino. Qualcuno risponde in tedesco. Al riprende il tedesco e io mi chiedo se Al è lo stesso qualcuno o qualcuno che risponde a quel qualcuno. Mah. Se Musette non si fosse dileguata potrebbe scriverne un pezzetto).

    • al ha detto:

      Grazie a Lei, Musette.
      Chi è la Musette che scrive che Musette si è dileguata?
      C’è speranza di continuare a leggere nuovi pensieri di Musette-Musette?

      Risposte alle precedenti domande:
      1. Prost, in tedesco, ha lo stesso significato e uso del termine latino. Solo che io, italiano saltuariamente in Germania, finora lo immaginavo scritto come in latino. Solo ora mi rendo conto dell’errore.
      2. Sì (ero io l’anonimo delle 21.16)

      • Musette ha detto:

        Musette che scriveva a Papillon si è dileguata, dato che Papillon si è stancato di questa corrispondenza e “quella” Musette aveva senso solo in attesa delle lettere di Papillon, anche se non giungevano più da molto tempo. Ora Musette ci sta pensando, a un vestito nuovo, ma è lenta, e non lo sa neanche lei cosa vuol fare, perché a lei piaceva scrivere lettere, e scrivere così,senza un destinatario, non le piace tanto, perché le sembra un inutile esercizio di mantenimento del proprio ingombrante obelico. Vedremo.
        Per adesso grazie per le risposte,Signor Italiano saltuariamente in Germania.
        Dunque Prosit, e Prost, al mio ultimo Post, che ha fatto sì che Lei si palesasse qui, leggendo il titolo Prosit, credendo che fosse Prost, e fermandosi perció a commentare quel post.
        MusettenonMusette

  5. al ha detto:

    obelico è un buon, non importa se involontario, ibrido di ombelico e obelisco.
    Un vestito nuovo fa sempre bene, a chi lo indossa, e di conseguenza a chi lo vedrà indossato. Dunque a presto, e… Prost noch mal!

  6. Gurnemanz ha detto:

    In tedesco “prosit” equivale al nostro “cincin”. Certo che scrivere senza un destinatario non è piacevole, ma ogni lettore di questo blog è un suo destinatario. Con tutto ciò, per restare al tedesco “Alles was ist endet” (Tutto ciò che è finisce – citazione dall’Oro del Reno di RIchard Wagner) e prima o poi si sente la necessità di cambiare, di provare un modo diverso di esprimere se stessi. Io sono sicuro che MusettenonMusette saprà essere incantevole qualsiasi veste voglia indossare. Una sola domanda: lasci per favore una traccia perchè la si possa ritrovare.

  7. Musette ha detto:

    Caro Gurnemanz,
    grazie per quello che scrive. Non si preoccupi, se sarà, sarà qui. MusetteNonMusette è troppo pigra per rifare tutto da capo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...